Presentazione libri Fondazione Valla 2022


― 15 Novembre 2022

Giovedì 24 novembre 2022, alle ore 15.00, all’Accademia dei Lincei (Villa Farnesina – Via della Lungara 230, Roma), è convocata l’assemblea ordinaria dei soci della Associazione Lorenzo Valla.

Nello stesso luogo, alle ore 15.45, l’Associazione Lorenzo Valla e Mondadori Libri avranno il piacere di presentare i volumi:

DEMOCRAZIA
La nascita, il consolidamento, i consensi – Volume I
(a cura di Donato Lo Scalzo)

PROPERZIO, ELEGIE, Volume II
(a cura di Paolo Fedeli)

OVIDIO, RIMEDI CONTRO L’AMORE
(a cura di Victoria Rimell)

PLATONE, TIMEO
(a cura di Federico M. Petrucci, introduzione di Franco Ferrari )

Intervengono Walter Veltroni, Alessandro Schiesaro, Gianpiero Rosati, Piero Boitani.


Dopo la presentazione dei libri si terranno le
Annual Balzan-Lincei-Valla Lectures

Ore 17.30: Lectio Magistralis di Anton Bierl “Gli eroi greci e perché ne abbiamo bisogno”
Ore 18.15: Lectio Magistralis di Francesco Stella “Letitia renovationis”. La letteratura carolingia come laboratorio di sperimentazione

L’evento non si terrà in via della Lungara 10 come precedentemente comunicato, ma a Villa Farnesina, di fronte a Palazzo Corsini.



Ovidio, amore cantato sotto il segno di Giano

Ovidio, amore cantato sotto il segno di Giano

― 17 Gennaio 2023

Nuova edizione dei “Remedia amoris” della Fondazione Valla, dove l’autore sfuma la tragedia in elegia: per questo non piacque ai romantici. La recensione su Avvenire

Leggi tutto
I rimedi contro l’amore firmati da Ovidio tornano con la loro sferzante ironia

I rimedi contro l’amore firmati da Ovidio tornano con la loro sferzante ironia

― 12 Dicembre 2022

La nuova edizione regala il meglio di questo testo classico e (de)erotizzante – La recensione su Il Giornale

Leggi tutto
Ricordo di Pietro Citati e Antonio Bucarelli

Ricordo di Pietro Citati e Antonio Bucarelli

― 7 Dicembre 2022

Tra il 13 e il 28 luglio di quest’anno la Valla ha perso i suoi due pilastri, Pietro Citati e Antonio Bucarelli. In un paio di settimane questi due nonagenari ci hanno lasciato, senza fragori, quasi come per il maturare del tempo concesso a ciascuno, l’uno nel sonno, l’altro dopo aver dettato una lettera per gli amici dall’aldilà. Dico qualche parola di entrambi.

Leggi tutto