Sofocle

Edipo a Colono

A cura di Guido AvezzùGiulio Guidorizzi

Traduzione di Giovanni Cerri

Pubblicato il 17/02/2011
528 pagine
ISBN: 9788804573876
15% 30,00 €
25,50 €
Disponibile

È l’ultimo dramma del novantenne Sofocle, nato a Colono. Lì, poco fuori di Atene, a questa soglia sacra che prefigura l’Ade, Sofocle fa giungere Edipo, carico d’anni e di colpe. La vicenda – fatta di parole e di aura, di versi nei quali risuona un’eco allo stesso tempo terrena e ultramondana, storica e mitica, politica etica e metafisica – si chiude con una morte che è passaggio «a vita eterna». Al rimbombare del tuono, Edipo si incammina verso quella che sceglie come sua tomba. Ed ecco che una voce misteriosa lo richiama: «Edipo, Edipo, che cosa aspettiamo / ad andare? È un pezzo, che indugi ». Così, la sua morte rimane anch’essa un mistero: «l’hanno afferrato», commenta Antigone, «plaghe occulte in una sorte arcana».