Virgilio

Eneide

vol. II (Libri III-IV)

A cura di Ettore Paratore

Traduzione di Luca Canali

Pubblicato il 12/04/2012
264 pagine
ISBN: 9788804148272
5% 30,00 €
28,50 €
Disponibile

Poema di viaggi e d’avventure, di guerre e d’amore; celebrazione del regime augusteo e riaffermazione del mos maiorum come ideale modello di virtù civili e religiose, l’Eneide costituisce il testo fondamentale della civiltà classica dell’Occidente. Virgilio si prefigge l’imitazione di Omero e l’esaltazione di Augusto a partire dai leggendari antenati troiani e latini: un intreccio di motivi perfettamente fusi nel tessuto poetico scandito dall’esametro epico, flessibilissimo e ordinato. Un Omero capovolto: il peregrinare di Enea non è una ricerca della via del ritorno ma una navigazione verso l’ignoto; i combattimenti non sfociano nella distruzione di una città, ma nella fondazione della nuova capitale, Lavinio, da cui Alba Longa e la gloria di Roma. Il mondo augusteo è visto da un punto d’osservazione infinitamente lontano nel tempo: squarci profetici inseriscono nella trama narrativa schegge del presente in cui vive il poeta, così come certi flash-back riallacciano l’età repubblicana al passato mitico dell’epopea di Troia.